English Lessons

Topics

Il verbo "to work"

In inglese, ci sono parole che hanno più significati; se provate a cercare sul dizionario la parola work, noterete che, a parte la differenza tra il sostantivo work e il verbo to work, quest’ultimo si può tradurre in italiano in almeno tre modi diversi (e.g. lavorarecapire e funzionare). In questa lezione, ci focalizzeremo sui significati principali di questa parola e, come sempre, vi forniremo degli esempi estrapolati dai più svariati contesti presenti nei nostri video.

BANNER PLACEHOLDER

In questo primo esempio:

I chose London for the work opportunities.

Ho scelto Londra per le opportunità di lavoro.

Caption 6, Chris - I.T. Professional - Learn about his work in Information Technology

 Play Caption

 

Work opportunities è un sinonimo di job opportunitiesWork e job vengono infatti tradotti con il termine lavoro. Nel caso di job, la parola indica in modo più specifico una professione ed è infatti usato solo come sostantivo, mentre work è usato principalmente come verbo ed è utilizzato in modo più generico. Tuttavia, come spesso accade, bisogna considerare tutte le sfumature di un termine. Ad esempio, la frase I’m going to work può essere tradotta sia per dire “vado al lavoro” che per dire “vado a lavorare”. In entrambi i casi, to è una preposizione e work indica sia il posto di lavoro che l’azione stessa di “lavorare”. 

Qui di seguito, trovate un esempio di work usato come verbo:

"I work in a shop."

Lavoro in un negozio.

Caption 27, English Grammar in Use - Present Simple

 Play Caption


Nel caso in cui work sia utilizzato come sostantivo, è considerato un uncountable noun, ovvero un sostantivo non numerabile, che si usa sempre in forma singolare. Con il termine work si fa riferimento a qualsiasi tipo di attività che la persona svolge in senso generale, quindi non sempre legata al percepire uno stipendio. Work viene utilizzato nel senso più ampio del termine. Alcuni vocaboli che sentiamo spesso nella lingua inglese come homework (compiti a scuola), housework(lavori domestici) e workout (fare esercizi in palestra) ne sono una vera e propria testimonianza e sono entrati a far parte del linguaggio comune.  

 

Soffermiamoci adesso proprio sull’ultimo termine citato, workout. Nei prossimi due esempi, noterete che quando la grafia è unita, allora siamo in presenza di un sostantivo, ma se separiamo work da out, siamo dinanzi a un phrasal verb (verbo più preposizione/avverbio). 

 

playing music is the brain's equivalent of a full-body workout.

Suonare corrisponde ad un'attività fisica completa del cervello.

Caption 25, TED-Ed - How playing an instrument benefits your brain

 Play Caption

 

and we're still trying to work out how it works.

E noi stiamo ancora cercando di capire come funziona.

Caption 66, ABC Science Online - An interview with Douglas Adams

 Play Caption

 

Avrete sicuramente notato che in questa frase la traduzione di work out e work corrisponde a due verbi italiani diversi: capire e funzionare.

Funzionare è una delle accezioni principali di to work e di esempi ne troverete a bizzeffe. Magari adesso vi starete chiedendo:

 

So how does this really work?

Quindi, come funziona in realtà?

Caption 32, Business English - Planview Open Suite

 Play Caption

 

BANNER PLACEHOLDER

Funziona che è sempre il contesto a suggerire il significato più adatto e con un po’ di pratica vi verrà automatico percepire le diverse sfumature di questo termine poliedrico. 

Vocabolario

I verbi di azione in inglese

In inglese, si parla di action verbs quando si intende attribuire al verbo la proprietà di descrivere, per l’appunto, un’azione. In questa categoria rientrano quindi i verbi che descrivono tutto quello che facciamo, e.g. to read (leggere), to walk (camminare), to eat (mangiare), to breathe (respirare), ecc. e quello che accade intorno a noi. A differenza dei non-action verbs, gli action verbs possono essere usati nelle forme progressive, di cui parleremo in un’altra lezione. 

BANNER PLACEHOLDER

Un altro aspetto da considerare riguarda la coniugazione degli action verbs al presente semplice; unica regola da ricordare: aggiungi una “-s” alla terza persona singolare (he, she, it). Tuttavia, questa regola vale anche per i non-action verbs che, di norma, descrivono stati d’animo, desideri, opinioni, ecc. Pertanto, verbi come to seem (sembrare), to want (volere) o to like (piacere), se coniugati alla terza persona singolare del presente semplice terminano sempre in “-s”.

Non è facile stilare una lista che differenzi esattamente gli action verbs dai non-action verbs, in quanto alcuni verbi, a seconda del contesto, rientrano in entrambe le categorie. Ad esempio, to think (pensare) può voler dire sia “avere un’opinione” che “prendere in considerazione”:


I think this dress fits you.

(Penso che questo vestito ti stia bene) 

 

Esprimo la mia opinione: non-action verb.

 

I am thinking about buying a new car.

(Sto pensando di comprare una macchina nuova)

 

Prendo in considerazione un’idea: action verb.

 

Se desideri approfondire il present simple, da’ un’occhiata a questo video della Cambridge University Press.

 

Ecco una frase al presente semplice, in prima persona singolare :

 

I see a skeleton.

Vedo uno scheletro

Caption 11, Halloween songs for children - Halloween Night

 Play Caption

 

E qui di seguito, invece, un esempio con il verbo coniugato alla terza persona singolare:

 

She works, Stacy, all the time, not just when she feels like it.

Lei lavora, Stacy, tutto il tempo, non solo quando ne ha voglia.

Caption 28, Dream to Believe - aka Flying - Part 11

 Play Caption

 

I (soggetto) see (action verb) a skeleton (oggetto diretto).

She (soggetto) works (action verb) all the time (complemento di tempo).

 

Gli action verbs si trovano nelle frasi affermative (come quelle degli esempi precedenti), nelle frasi negative e in quelle interrogative. Avrai notato che, come in italiano, le frasi affermative in inglese seguono lo schema soggetto – verbo – oggetto/complemento.

Se vogliamo esprimere una negazione, o porre una domanda, dobbiamo aggiungere un ausiliare che si incarichi di prendere la forma interrogativa o negativa. A tale scopo si usa il verbo to do, che perde il suo significato di fare conferisce appunto alla frase un senso interrogativo o negativo.

Attenzione! Questa regola vale solo per i tempi semplici, come il presente semplice utilizzato nei nostri esempi. In presenza dell’ausiliare do, il verbo della frase resta invariato nella sua forma base (infinito senza to) e all’ausiliare do aggiungeremo il not per creare una frase negativa (don’t doesn’t sono le forme contratte, utilizzate in contesti informali). 
 

Avremo quindi:

do not see a skeleton

Non vedo uno scheletro.

 

She does not work all the time. 

Lei non lavora tutto il tempo.

 

 

Nella forma interrogativa, l’ausiliare do precede il soggetto:

Do I see a skeleton? 

Vedo uno scheletro?

 

Does she work all the time? 

Lei lavora tutto il tempo?

 

Ricapitoliamo:

Affermativa: see a skeleton.

Negativa: I do not see a skeleton.

Interrogativa: Do see a skeleton?

Affermativa: She works all the time.

Negativa: She does not work all the time.

Interrogativa: Does she work all the time?

 

Allo stesso modo, possiamo formare delle frasi negative ed interrogative al passato (past simple) utilizzando l’ausiliare did per tutte le persone. Per approfondire o imparare le regole del past simple, guarda questo video della Cambridge University Press

 

Intanto, proviamo insieme a modificare i nostri esempi, trasformando le frasi al presente in frasi al passato.

Affermativa: saw a skeleton. 

                    Ho visto uno scheletro.

 

Negativa: did not see a skeleton. 

                Non ho visto uno scheletro.

 

Interrogativa: Did see a skeleton? 

                      Ho visto uno scheletro?

BANNER PLACEHOLDER

Per saperne di più

Scorri tra i video di Yabla English per trovare innumerevoli esempi di action verbs ed esercitati a trasformare le frasi affermative in negative ed interrogative con l’ausiliare do

Vocabolario

You May Also Like